Assemblea 29.05.10 - Ex Allievi Istituto Rossi di Vicenza

Vai ai contenuti

Menu principale:

Assemblea 29.05.10

Gli Ex Allievi

RELAZIONE MORALE DEL PRESEDENTE ALL'ASSEMBLEA DEL 29 MAGGIO 2010

Carissimi Amici,

l’anno scorso, nell’accettare la nomina a Presidente, mi sono posto come obiettivo, quello di dare un nuovo impulso alla  nostra Associazione. Ho ritenuto prioritario porre l’attenzione verso gli iscritti, consolidare il rapporto fra coloro che sono già associati, raccogliere nuove adesioni.
Accade nelle associazioni che nel corso degli anni gli iscritti allentino interesse e partecipazione e si allontanino.
Come tenere vivo l'impegno?
Mi sono posto allora un quesito:se sia più importante avere tanti soci, oppure poter contare su un numero più esiguo ma in grado di assicurare il ricambio gestionale e contemporaneamente di accrescere il numero dei sostenitori  attraverso il miglioramento della comunicazione.
La seconda ipotesi, secondo me è la più efficace.
La prima azione che ho ritenuto di intraprendere è stata quella di migliorare e rendere più attivo il nostro sito internet.
Al visitatore poteva apparire monocromatico, i siti vanno aggiornati affinché siano adeguati alle attese e ai tempi che oggi caratterizzano gli "internauti".
La fascia di utenza che andava potenziata è soprattutto quella dei giovani, dei neo diplomati , abituati a portali dinamici e coinvolgenti, tipo facebook per intenderci.
Il nuovo sito è stato messo in linea all’inizio di aprile con  risultati molto incoraggianti.
In meno di due mesi abbiamo raccolto quasi la metà delle iscrizioni raccolte in otto anni.
Il portale si presenta oggi con una veste grafica più accattivante, presentando, delle sezioni “protette”, alle quali si accede con due password diverse, una riservata agli iscritti all’Associazione, l'altra per gli iscritti al sito.
E’ stato attivato anche un Blog, la cui attività dipenderà dall'interesse e dai contenuti inseriti dai visitatori. In ogni caso la strada è tracciata. Cercheremo di incuriosire gli iscritti e li inviteremo a visitalo, con l’invio di “Newsletters” aggiornando le proposte e i contenuti
Una cosa è certa: il portale dell’Associazione sarà sempre di più il mezzo con il quale cercheremo di coinvolgere gli iscritti e raccogliere nuove adesioni.
Il miglior veicolo per la comunicazione diretta è Posta elettronica, che presenta due aspetti importantissimi: la velocità di trasmissione e l’assenza di costi.
Dobbiamo per questo continuare ad incentivare gli iscritti a trasmetterci E-Mail.
Suscitare interesse favorisce la partecipazione, la partecipazione consolida le relazioni che sono determinanti per l'esistenza e il futuro di ogni gruppo.
Un altro fattore importante è la visibilità.
Per molti anni l'Associazione, per mantenere la propria visibilità, si è richiamata all'immagine di uno dei suoi soci più illustri, quello di Federico Faggin.
Pur continuando a fare riferimento alla sua figura, è necessario potenziare altre forze utilizzando le innovazioni e attingendo a nuove idee.
A questo proposito vorrei proporre un progetto a cui aspiro  da tempo,  "La giornata dell'Ex Allievo".
Mi piacerebbe realizzarla fin dall'apertura del prossimo anno scolastico, collocandola in uno dei primi sabati di ottobre.
Sono convinto che molti dei nostri studenti siano figli di Ex Allievi. L'iniziativa permettere ai “genitori ex allievi” di ri-abitare lo spazio della scuola frequentata dai loro figli, sarebbe importante specie se si trattasse degli studenti iscritti al  primo anno.
Iniziative di questo genere  rinforzano il sentimento di appartenenza in senso di appartenenza e creano l’occasione  per far conoscere l’Associazione anche agli alunni, dal momento che siamo stati momentaneamente privati della nostra amata bacheca.
Quale migliore possibilità di visibilità?
Ma non è solo su di noi che dobbiamo concentrare la nostra attenzione. La nostra scuola oggi ha più che mai bisogno del nostro aiuto. E non parlo soltanto di quello economico, che a volte ci viene richiesto e al quale cerchiamo di rispondere compatibilmente con le poche risorse economiche di cui disponiamo.
Parlo dell'aiuto che come Ex allievi possiamo dare, molte volte con la sola presenza, altre con la nostra immagine, qualche volta in modo più concreto.
In occasione di una cena che si è tenuta alcune settimane fa con alcuni compagni, ripercorrevo i difficili momenti che, allora giovani diplomati, abbiamo dovuto anche noi affrontare all'inizio della nostra carriera lavorativa. Non sono d’accordo con coloro che pensano che alla nostra età, eravamo diversi e più disponibili al sacrificio.
Credo che i ragazzi che fra qualche settimana affronteranno gli esami di stato, per affacciarsi magari subito dopo, al mondo del lavoro, abbiano capacità di adattamento, disponibilità e risorse umane impensabili.
Nella maggioranza dei casi hanno solo bisogno di fiducia, quella fiducia che purtroppo oggi è loro negata, da una congiuntura economica che sembra voler affossare anche gli spiriti più ottimisti.
Chi come me opera ancora nella realtà industriale, è consapevole che oggi, più che mai, le nostre aziende hanno bisogno di innovazione e di conoscenze telematiche. Risorse queste ben presenti nei nostri giovani diplomati.
Mi rivolgo a quei tecnici e a quegli industriali, che si sono formati al Rossi e che oggi fanno impresa.
La nostra scuola sforna ancora ottimi periti. Loro oggi hanno bisogno di noi, ma forse anche noi abbiamo bisogno di loro.
Se dobbiamo rivolgere la nostra attenzione a nuovi assunti, facciamolo verso i ragazzi che escono dalla nostra scuola. La loro preparazione e  le loro competenze sono di un buon livello.
E’ nelle mie intenzioni, mettere a disposizione dei neo periti che cercano lavoro, una sezione del nostro sito internet, dove pubblicare nel rispetto della riservatezza, i loro annunci con le loro richieste di assunzione e le loro aspettative.
Anche questo è un modo di collaborazione con l’Istituto.
L'iniziativa potrebbe essere utile anche per quelle aziende , che spesso , per avere dei contatti con i diplomati, ricorrono ad elenchi superati , senza ottenere il risultato.
E concludo parlando del nostro libro, il libro degli Ex Allievi. Quel libro che è stato messo in cantiere e che dovrebbe parlare di noi, delle nostre storie, dei nostri ricordi. Dove potrebbero trovare posto i nostri racconti, goliardici o sentimentali, di come vedevamo i nostri insegnanti e come abbiamo vissuto la vita studentesca.
Molti di voi mi hanno contattato, altri mi hanno inviato foto, altri si sono resi disponibili. Tutti messaggi importanti che mi confortano a proseguire verso l'ambiziosa meta.
Assieme si raggiungono anche i risultati più ambiziosi. Assieme si percorrono e si superano gli ostacoli più difficili. Assieme manteniamo viva la nostra gloriosa Associazione.
Grazie


 
Torna ai contenuti | Torna al menu